Port&ShippingTech 2021, nuova tematica "Le risorse dei mari italiani"Appuntamento dal 6 all'8 ottobre con gli esperti del settore



Si rinnova quest'anno, e precisamente nella tredicesima edizione, l'appuntamento con Port&Shipping Tech in programma nei giorni 6-8 ottobre 2021 a Genova. Dopo il successo dell’edizione 2020, l'evento torna a svolgersi in forma ibrida, in presenza e in live streaming.
Tante le nuove tematiche che saranno affrontate nel nuovo forum Over&Under The Sea. In apertura di Over&Under The Sea dove si discuterà sulla questione della pesca che, in un mare affollato e in cui le Zone nazionali si toccano, diventa una questione politica. Per quanto riguarda la Zona Economica Esclusiva italiana, l’attenzione si sposterà sulle risorse minerarie di fondale, tema di grande interesse. Non solo petrolio e gas, quanto minerali e metalli presenti nel Tirreno tra la Sardegna e la Campania, e trasportati dalle profondità della Terra dai vulcani sottomarini attivi. Si tratta di zinco, rame, piombo e anche oro.
Mercoledì 6 ottobre, al pomeriggio, moderati da Umberto Masucci, Presidente di The International Propeller Clubs, gli interventi si svilupperanno quindi su due piani: risorse e potenzialità - politiche e strategie.

Non mancheranno le questioni politiche, affrontate dal secondo filone del Forum. Con la crescente valorizzazione delle risorse del mare, l’acqua e i suoi fondali, negli anni’70 hanno iniziato la loro trasformazione giuridico-politica in “territorio”. Per evitare una guerra dominata dai più forti, l’ONU ha creato le Zone Economiche speciali, un’estensione economica delle acque territoriali che arriva fino a 200 miglia marine. Ne parlerà a PST l’Ammiraglio Ispettore ris. Della Marina Militare Fabio Caffio, uno dei massimi esperti sull’argomento. Daniele Bosio, Coordinatore degli affari marittimi e di sicurezza del Ministero Affari Esteri presenterà invece, l’International Seabed Authority delle Nazioni Unite, che regola gli utilizzi del fondo marino oltre il limite delle ZEE.

Le risorse marine sono un’opportunità anche per lo sviluppo dell’eolico offshore che, sia nella costruzione che nella manutenzione, richiede mezzi e personale ultra-specializzato. Ne parlerà Eva Peño, Global Market Leader OSV & Tugs di Bureau Veritas.

Partner