casa editrice la fiaccola


“Pile esauste: piccolo rifiuto, grande cuore”Il video di Remedia che educa i cittadini allo smaltimento


Pile esauste, che farne? Remedia, Consorzio no profit leader nella gestione dei rifiuti tecnologici ha lanciato un video divertente che ne spiega il corretto smaltimento.
Da sempre Remedia si impegna a promuovere iniziative e contenuti con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul tema del riciclo di tutti i rifiuti tecnologici (RAEE).

Oggetti di cui non possiamo fare a meno come i telefoni, computer, telecomandi, mouse, orologi, giocattoli funzionano grazie alle pile che, una volta esauste, vanno sostituite con quelle nuove. Ma come smaltire quelle vecchie? Molti di noi si trovano impreparati nel rispondere a questa domanda. Il più delle volte, infatti, inconsciamente, dopo averle utilizzate, le abbandoniamo dentro qualche cassetto oppure le gettiamo nell’indifferenziata. In realtà, è importante sapere che questo rifiuto, se non viene correttamente smaltito, può provocare dei seri danni all'ambiente. Le pile infatti contengono sostanze quali mercurio, piombo e cadmio. Questo vuol dire che un solo grammo di mercurio contenuto in una pila può inquinare oltre 1.000 litri d’acqua.

GUARDA IL VIDEO "PILE ESAUSTE: PICCOLO RIFIUTO, GRANDE CUORE"

Partner