STADLER e Krones progettano il nuovo Republic Services Polymer Center a Las Vegas




(descrizione) STADLER Anlagenbau GmbH e Krones hanno progettato e installato il nuovo Republic Services Polymer Center di Las Vegas, Nevada, che processa bottiglie, taniche e contenitori di plastica per produrre materiali plastici destinati a diventare nuovi imballaggi.

L'impianto produce resine riciclate da utilizzare per fabbricare nuovi imballaggi sostenibili. In particolare, produrrà oltre 45.000 tonnellate all'anno di prodotti in resine recuperate, che verranno reimmessi sul mercato.
Il nuovo Polymer Center riceve e tratta la plastica raccolta da Republic Services in tutti gli Stati Uniti occidentali per recuperare il PET, che viene convertito: in scaglie di rPET (PET riciclato) pronte per essere trasformate in nuove bottiglie; in poliolefine (PO) da utilizzare per la produzione di nuove bottiglie, vasetti e contenitori.

Pete Keller, vicepresidente del settore Riciclo e Sostenibilità di Republic Services ha spiegato: "Il Polymer Center è il primo impianto di questo tipo in Nord America. È la prima volta che un'unica azienda statunitense gestisce l'intero flusso di riciclo della plastica, dalla raccolta a bordo strada alla produzione di resine riciclate di alta qualità, pronte per essere riutilizzate in imballaggi sostenibili. Abbiamo iniziato a pensare alla struttura del Polymer Center nel 2019. Abbiamo scelto STADLER e Krones perché vogliamo il prodotto di migliore qualità e valore sul mercato. Conoscevamo le tecnologie e il personale di STADLER e sapevamo che il loro progetto sarebbe stato valido. Inoltre, abbiamo sempre sentito dire che la linea di lavaggio Krones produce le scaglie di rPET della migliore qualità sul mercato. Questi sistemi ci danno la possibilità di produrre materiale sia di grado alimentare, sia differenziato per colore, cosa impossibile prima d’ora, consentendo una maggiore circolarità dei materiali".

Il Polymer Center di Las Vegas processa e seleziona i materiali, che vengono consegnati in balle, su due linee: una per il PET e una per le plastiche miste, ciascuna con una capacità di 5t/h. "Questo è il più grande impianto di riciclo della plastica a doppia linea degli Stati Uniti", ha commentato Mat Everhart, CEO di Stadler America LLC (una consociata di STADLER Anlagenbau GmbH).
I materiali immessi nella linea PET vengono sottoposti a separazione meccanica e ripuliti dalle particelle ferrose. Un separatore balistico STADLER STT2000 separa il materiale in frazione fine, 3D (materiali rotolanti/rigidi) e 2D (materiali piatti/leggeri).
Le singole frazioni vengono sottoposte a una selezione con lettori ottici dotati di sensori NIR (spettro del vicino infrarosso). I tappi, gli anelli di plastica e la frazione 2D vengono inviati ai compattatori. Le frazioni 3D vengono indirizzate a uno STADLER Delabeler per rimuovere le etichette. Il PET trasparente, i tappi e gli anelli vengono inviati alla linea di lavaggio Krones, che granula e pulisce il materiale, mentre il PET colorato viene compattato in balle.
Nella linea di trattamento delle plastiche miste, la separazione meccanica differenzia il materiale in una frazione di sottovaglio (materiale fine) e una di sopravaglio (sovvallo), quest’ ultima viene poi ulteriormente separata in frazione leggera e pesante. La frazione pesante di plastica mista viene poi suddivisa in quattro prodotti di polietilene (PE) - Naturale, Bianco, Rosso/Arancio/Giallo, Altro/Colore - e in due prodotti di polipropilene (PP) – Naturale/Bianco e Altro/Colore.
Il PET viene selezionato dal materiale rimanente e inviato alla linea dedicata. I prodotti della linea Plastiche miste vengono convogliati in bunker di stoccaggio, dove un programma di alimentazione semiautomatico consente di scaricare i materiali in base alla qualità e di introdurli nella pressa.
Una collaborazione di successo per realizzare una vera economia circolare della plastica

Ha aggiunto poi Pete Keller: "Republic Services si impegna ad utilizzare il carico di plastica di ogni camion che raccogliamo dai clienti e a promuovere la circolarità delle materie chiave. Il Polymer Center contribuirà a rendere possibile il riciclo da bottiglia a bottiglia e da imballaggio a imballaggio, aiutando i clienti a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità. Il nostro modello integrato “hub-and-spoke” per la Regione garantirà una copertura a livello nazionale. Abbiamo ricevuto una risposta entusiasta dall'industria e dai potenziali clienti, che ha accelerato i tempi di sviluppo del secondo e del terzo Polymer Center".