Mai più plastica usa e gettaArriva l'ok dal Parlamento europeo

560 voti a favore, 35 contrari e 28 astenuti. A larga maggioranza il Parlamento europeo ha stabilito che per il bene dell'ambiente a partire dal 2021 sarà eliminata la plastica monouso. Parliamo dunque di cannucce, posate, piatti, cotton fioc e altri prodotti di plastica usa e getta. Per fortuna sono tante le alternative ecologiche: cannucce in bambù, forchette realizzate con la fecola di patate. Una rivoluzione che coinvolgerà supermercati, ristoranti, bar, pizzerie, paninerie, club.

Entro il 2029 il 90 per cento delle bottigliette di plastica dovrà essere raccolto con la differenziata e entro il 2025 le bottiglie di plastica dovranno contenere almeno il 25% di contenuto riciclato, per passare al 30% entro il 2030.

Una prima mossa, almeno sulla carta, per combattere l’inquinamento di spiagge, mari e oceani. Dopo il voto del Parlamento europeo, che segue la proposta della Commissione ambiente depositata a maggio e l’accordo politico del dicembre dello scorso anno, la palla passerà agli Stati membri, che dovranno recepire la direttiva. "Con questo voto il Parlamento europeo - commenta il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani - dice basta alla plastica monouso, mettendo al bando, a partire dal 2021, i prodotti che più invadono le nostre spiagge e i nostri mari. I cittadini europei sono preoccupati per questa gravissima forma di inquinamento che minaccia la vita nei mari e sulle coste".

Si tratta di misure che consentiranno di poter vivere in un mondo “plastic free” entro il 2030. Grazie a questi divieti le emissioni dovrebbero ridursi di 3,4 milioni di tonnellate di CO2.

 

Partner