casa editrice la fiaccola



Aperte le candidature per il Premio 'PIMBY Green' di FISE AssoambienteChiusura della raccolta, il 15 luglio. Premiazione fissata a settembre


C'è tempo sino al 15 luglio prossimo per inviare la propria candidatura alla casella mail 'assoambiente@assoambiente.org'. Entra nel vivo la seconda edizione del Premio 'PIMBY Green' ideato da FISE Assoambiente (nella foto di copertina, il podio del 2019). L'acronimo PIMBY sta per 'Please In My Back Yard' (traducibile letteralmente 'non nel mio cortile'). Triplice l'obiettivo da perseguire che muove il riconoscimento:

  • promuovere una nuova cultura del 'fare';
  • valorizzare le capacità innovative dell'Italia;
  • contrastare la sindrome opposta alla filosofia del Premio, che si condensa nell'acronimo NIMBY ('Not In My Back Yard')

FISE Assoambiente, associazione di rappresentanza delle imprese dei settori igiene urbana, riciclo, recupero e smaltimento di rifiuti urbani/speciali, bonifiche, intende in particolar modo contrastare l'atteggiamento di talune amministrazioni comunali e di comitati di cittadini, che spesso contestano a priori la scelta di localizzare opere pubbliche e private entro il proprio territorio, ritardando così l'esecuzione di quali interventi che servono al nostro Paese per svilupparsi e rilanciarsi in chiave industriale. 

Di qui la scelta di consegnare un riconoscimento a quelle forze di governo locale e a quelle imprese che, in accordo con la comunità di riferimento, sono riuscite a far impiantare infrastrutture e siti industriali che giocano un ruolo strategico a favore dell'Italia. Interventi volano per lo sviluppo sul piano della sostenibilità e dell'occupazione, contraddistinti da due precisi elementi: 

  • elevato tasso di innovazione tecnologica;
  • confronto, dialogo, partecipazione e coinvolgimento positivo, nonché responsabile, dei cittadini dei territori interessati. 

Le candidature pervenute saranno vagliate, a partire dalla fine del prossimo mese di luglio, da una giuria formata da rappresentanti di FISE Assoambiente. La consegna del Premio PIMBY Green 2020 è fissata per settembre all'interno di un evento che sarà promosso dall'Associazione. 

Per iscriversi e per ulteriori informazioni clicca qui

Come già accaduto per l'edizione inaugurale, anche all'informazione giornalistica di qualità e agli estensori di contenuti scientifici utili a ridimensionare la visione ormai diffusa del 'not in my back yard' sarà riconosciuto un premio.

"La pandemia di questi mesi ha dimostrato una volta di più la necessità che il nostro Paese si doti di un adeguato sistema impiantistico (per la gestione dei rifiuti e non solo) e di infrastrutture, anche per fronteggiare adeguatamente le emergenze - ha sottolineato Chicco Testa, Presidente di FISE Assoambiente -. Per farlo va superata la sindrome NIMBY attraverso un approccio razionale, il riferimento continuo ai dati scientifici forniti dagli esperti, il dialogo con tutti gli stakeholder, ma anche con la capacità di decidere e mettere in pratica quanto pianificato, dopo aver discusso con tutti.

Con la seconda edizione del PIMBY Green intendiamo premiare proprio coloro che, superando l'egoismo territoriale, hanno deciso di realizzare sul proprio territorio un'opera utile per una più ampia comunità, mostrando una visione strategica del bene comune e un atteggiamento costruttivo nel rispetto dell'ambiente e del confronto partecipativo.".

Nel 2019 la scelta della giuria del Premio di FISE Assoambiente si è orientata su:

  • Comune di Firenze (rete tranviaria);
  • Comune di Limone sul Garda ('Ciclopista del Garda');
  • Comune di Codroipo (innovativo impianto di trattamento rifiuti);
  • Comitato di Gestione degli pneumatici fuori uso per il 'Sistema di gestione degli Pneumatici provenienti da veicoli a fine vita';
  • Concessione Autostradali Venete (Passante Verde 2.0);
  • Associazione Kyoto Club per l'intensa e continua attività di comunicazione a sostegno della realizzazione di impianti di biometano;
  • Jacopo Giliberto per la sua inchiesta 'Raccolta rifiuti, l’Italia sommersa verso la paralisi totale'.

Partner